CAMPANIA > POMPEI

Tutto è rimasto fermo al 79 d.C., quando un'eruzione del Vesuvio ha reso questa città immortale. Permettendo di visitarla, quasi intatta, più di duemila anni dopo. E di Vedere com'era Pompei al tempo dei Romani.
Passeggiare tra strade antiche e poter ricostruire, passo dopo passo, la vita quotidiana degli abitanti di una città che tonnellate di ceneri, pomici e lapilli hanno reso immortale. Accade a Pompei. Una meraviglia da visitare al più presto se non l'avete ancora fatto. Vi troverete davanti un centro abitato romano dove la vita è rimasta ferma all'eruzione del 79 d.C. Gli itinerari possibili sono tanti in quei 44 ettari di reperti archeologici (una ventina di ettari sono ancora da scavare). Ma ecco le cose da non perdere per cogliere l'atmosfera e il fascino di quei luoghi del passato. Per cominciare il Foro, cioè il cuore della vita cittadina, il centro delle attività economiche, commerciali e politiche. In questo spazio, cinto da un doppio colonnato e un tempo da statue, di cui restano i piedistalli, c'erano tutti i principali edifici pubblici. Dalla Basilica, che era il tribunale dell'epoca, alla Casa di Eumachia (dove si lavorava la lana), dal Tempio di Giove a quello di Apollo.
Da vedere anche il Teatro Grande (200-150 a.C.) e il Teatro Piccolo, con la gradinata integralmente conservata.
Nel suggestivo Anfiteatro di forma elittica dell'80 a.C., dove un tempo una folla di 12mila persone acclamava i gladiatori, nelle sere estive si possono ascoltare concerti di musica classica.

MERITA UNA SOSTA:
- Santuario
della Madonna di Pompei e il suo Campanile
- Villa dei Misteri

 

 

   

Copyright © - Coop.P.L.A.T.A. a.r.l. - P.IVA 03162780724 - Realized by LMadv
Tel: 080 4323699 - Fax: 080 4322145 - Email:conny@turismoadarte.com