PUGLIA > TARANTO

Una storia che parte dal mare e torna al mare. E' l'immagine greca di Falanto, uno degli eroi di Sparta, costretto a lasciare la sua terra, per fare rotta sulle coste degli Japigi. L'Oracolo di Delfi aveva detto: "Quando vedrai piovere dal ciel sereno, lì sarà la tua città". Così fu sui lidi di Saturno, poco più a sud di Taranto.
Qui Ethra, la cara moglie, il cui nome vuol dire "cielo sereno", si mise a piangere e le lacrime, sul volto di Falanto, erano il segno degli dei. Lì bisognava fermarsi; lì fondare Taranto, la nuova Sparta. Storie e leggende, o favole antiche come lo stesso nome, Taranto, da Taras, il figlio di Poseidone, dio del mare e dei delfini, protettore dei coloni nel viaggio per nuovi lidi. Taras, a dorso di un delfino: era l'anno 706, prima di Cristo, e le sue coste della Puglia, bagnate dallo Ionio, approdarono gli spartani. Fu l'inizio di una delle più importanti colonie, cuore della civiltà della Magna Grecia.
In epoca ellenistica Taranto fu un rinomato centro produttivo di splendidi gioielli che venivano esportati persino in Etruria. La preziosità dei monili in oro, di uso per lo più femminile, che vi si fabbricavano testimonia le enormi possibilità economiche della committenza locale che si traducevano in un consumo volto al’esibizione del benessere raggiunto, accompagnato da un gusto ricercato.
Diademi, orecchini, aneli, per la complessità della fattura e dei soggetti raffigurati, segnano un punto d’arrivo nella storia dell’oreficeria antica, imitata ancora oggi da numerosi artigiani moderni.

MERITA UNA SOSTA:
- Cappellone di San Cataldo
- Castello Aragonese
- Isola di San Pietro e Paolo
- Museo Archeologico Nazionale con i suoi raffinati ori

 

 

   

Copyright © - Coop.P.L.A.T.A. a.r.l. - P.IVA 03162780724 - Realized by LMadv
Tel: 080 4323699 - Fax: 080 4322145 - Email:conny@turismoadarte.com