BASILICATA > METAPONTO

Gli imponenti resti dell’antica Metaponto sono visibili nel Parco Archeologico situato a nord di Metaponto Borgo. Sorta nel VII secolo a.C. in una fertile pianura alluvionale, per opera di un gruppo di Achei provenienti dalle regioni settentrionali del Peloponneso, la città raggiunse il massimo splendore tra il VI e il V secolo a. C. Ai limiti del territorio occupato i coloni crearono una serie di santuari, posti a controllo della viabilità e delle risorse idriche: i più importanti sono il Santuario delle Tavole Palatine e quello di San Biagio della Vinella. Del primo sopravvive il colonnato del tempio di Hera(VI secolo a.C.); il secondo, consacrato ad Artemide e a Zeus Aglaios (splendente) è caratterizzato dalla presenza di vasche in cui confluiva l’acqua di una vicina sorgente, utilizzata forse a scopi terapeutici:in età cristiana vi si sovrappose il culto di San Biagio, anch’egli celebrato per le sue virtù salutifere. Il Museo Archeologico Nazionale è dedicato alla storia del territorio: si espongono soprattutto corredi funerari, materiali votivi del santuario urbano di Metaponto e reperti dalla collina dell’Incoronata che attestano la presenza di commercianti orientali nel VII secolo a.C. Da segnalare le ceramiche figurate di produzione locale attribuibili a ceramografi quali il Pittore di Dolone e il Pittore di Creusa, attivi a Metaponto nel IV secolo a.C.

 

 

   

Copyright © - Coop.P.L.A.T.A. a.r.l. - P.IVA 03162780724 - Realized by LMadv
Tel: 080 4323699 - Fax: 080 4322145 - Email:conny@turismoadarte.com